Cimeli

Testimonianze della carriera artistica di Marietta Alboni

I documenti ritrovati sono frutto dell’accurata ricerca, che tutt’ora prosegue, da parte della nostra Associazione Culturale.

Scavando nel web, frugando in biblioteche e mercatini, abbiamo trovato numerose tracce che ripercorrono l’itinerario compiuto da Marietta Alboni, dall’esordio a Bologna (a soli 16 anni), ai successi in tutti i teatri d’Europa, fino al trionfo negli Stati Uniti e il ritorno a Parigi, sua patria adottiva. Notizie del suo passaggio, costituite da foto, dipinti, sculture, articoli, documenti autografi, sono riportate in questa sezione del sito.

Ritratto di Maria Anna Marzia Alboni

Dipinto – olio su tela
Legno intagliato – legno dorato
Altezza: 54 cm larghezza: 45 cm
Sec. XIX sec. XIX (1840/1860)
Fonte: Catalogo beni culturali – Faenza (Emilia Romagna)

Approfondisci

Porzione di tela ovale entro cornice in legno intagliato e dorato con cimasa a giorno. La pellicola pittorica è segnata da piccole crettature ad andamento reticolare. Su fondo dai toni bruni rischiarati al centro, campeggia una figura di giovane donna a mezzo busto, frontale. I capelli castani le incorniciano il viso e l’abito da sera, scollato, le evidenzia le spalle nude. Un pizzo bianco sottilissimo emerge dallo scollo e sul davanti l’abito è impreziosito da una spilla gioiello in oro giallo. Il ritratto la raffigura ancora giovane, ma l’abbigliamento elegante e ricercato, invita a pensare che sia stato dipinto nel momento di già decretato successo della cantante, intorno cioè alla metà degli anni ’50, allorquando Marietta era poco più che trentenne. L’inserzione dell’immagine entro un ovato, potrebbe indicare la destinazione privata del dipinto. L’assenza di sfondo, ridotto ad uno schermo neutro, concentra l’attenzione sulla luminosa figura, resa con un sapiente tratto disegnativo e un uso consapevole del colore, negli accurati lineamenti del viso e nel roseo colore di incarnato. La pennellata sicura, è fluida e compatta. L’opera, di elevato valore pittorico, si presenta complessivamente in buono stato di conservazione. Per la cornice, si veda la scheda relativa con numero di inventario 015.

Nota autografata dell'Alboni sull'arte di Rossini

Manoscritto dell’Alboni datato 1881, 13 anni dopo la scomparsa del grande compositore Gioacchino Rossini.

Approfondisci

Il testo in francese recita:
“L’Arte del canto se ne va e ritornerà soltanto con l’unica autentica Musica dell’avvenire: Quella di Rossini.
Parigi, 8 febbraio 1881”.

Autografo di Marietta Alboni

Un autografo di Marietta Alboni preceduto dalla frase “Viva la gloria”.

Approfondisci

Da poche settimane si era esibita accompagnata al pianoforte da Chopin, ed in particolare la sera del 22 settembre 1848 tenne un concerto, la cosiddetta beneficiata, il cui incasso andava interamente a lei.
Fu un grande successo scrisse un giornale locale. Marietta Alboni aveva allora solo 22 anni.
A cura di Lelio Burgini

Libretto de "La Cenerentola" di Rossini, autografato!

Libretto della Cenerentola di Gioacchino Rossini.

Approfondisci

Libretto del “La Cenerentola” di Gioacchino Rossini (una delle opere preferite da Marietta Alboni)
autografato da Arnaldo Alboni nel giugno del 1933.
A cura di Lelio Burgini

Vuoi condividere altri cimeli?

Possiedi altro materiale su Marietta Alboni? Siamo lieti di poterlo ospitare sul nostro sito e condividerlo.